mercoledì 22 febbraio 2012

In memoria di Giussani
Si avvicina l'annuncio dell'avvio del processo di beatificazione di don Luigi Giussani,il fondatore di Comunione e Liberazione. A promuovere la prima fase del processo sarà la diocesi di Milano retta dal cardinale Angelo Scola
VATICANISTA DE LA STAMPA

Messe in memoria di don Luigi Giussani vengono celebrate in questi giorni da parte dei più importanti cardinali italiani, in occasione del settimo anniversario della morte del fondatore di Comunione e liberazione (22 febbraio 2005) e del trentennale del riconoscimento pontificio della fraternità. Le messe - si legge in un comunicato - vengono celebrate secondo questa 'intenzione': "Nel XXX Anniversario del riconoscimento pontificio della Fraternità di Comunione e Liberazione chiediamo al Signore che la gratitudine per l`incontro con il carisma di don Giussani diventi ogni giorno rinnovata responsabilità per il Destino nostro e di tutti i fratelli uomini nella irriducibile fedeltà alla Chiesa dentro le vicende liete e drammatiche della storia. Per questo preghiamo in modo particolare per il Santo Padre, invocando su di lui il conforto dello Spirito Santo in questo momento - sottolinea la nota - di grave confusione". Domani a Milano alle 21 la messa più importante, quella celebrata dal cardinale Angelo Scola (un lungo passato dentro Cl) alla presenza del successore di Giussani, il sacerdote spagnolo Julian Carron. A Roma la messa sarà celebrata alle ore 18 di domenica, all'altare della Cattedra della basilica di San Pietro, dal cardinale segretario di Stato, Tarcisio Bertone. A Genova il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, ha celebrato messa ieri sera. Ma numerose altre celebrazioni sono in programma in altre città del mondo in cui è diffusa la presenza di Cl. Il comunicato segnala, tra le altre, le messe celebrata a Mosca, giovedì, dall'arcivescovo della Madre di Dio, il ciellino Paolo Pezzi. A Madrid, giovedì primo marzo, dal cardinale Antonio Maria Rouco Varela. A Johannesburg, sabato 3, dall'arcivescovo Buti Joseph Tlhagale. A Vienna, venerdì 9, dal cardinale Christoph Schoenborn.


Posta un commento