domenica 17 luglio 2011

IL RISUONATORE DI QUINCKE


“La lealtà dell’uomo originale, la sincerità del bambino, è come il risuonatore di Quincke. Sapete cos’è?
No.
Prima liceo classico, fisica. Avete lì sette tolle ed avete un diapason. Per sapere di che nota è questo diapason, lo mettete davanti a quelle tolle e, quando arriva al si, sentite un boato: è un diapason fissato sul si.
Il risuonatore di Quincke è tutta la natura di quel poeta che, a quello che prova, all’invidia che prova, alla nostalgia che prova, fa delle domande.”
Don Luigi Giussani, Si può (veramente!?) vivere così?, BUR, Rizzoli 1996
Posta un commento