martedì 27 settembre 2011

NUOVA AREA GIOCO ACCESSIBILE AI BAMBINI CON DISABILITÀ

.....L'area gioco da realizzare dovrà avere i seguenti requisiti:essere accessibile tramite rampa e scala con apposito modulo di trasferimento; avere una doppia pista di scivolamento affiancate per permettere la socializzazione o l'accompagnamento; avere un'area di arrampicata in rete con diversi livelli di difficoltà, una zona gioco statico tramite pannelli sensoriali sempre accessibili, un gioco in movimento (tipo altalena a doppia seduta) e una struttura gioco che fornisca stimoli sensoriali e di manipolazione con pannelli sonori e tattili. La realizzazione dovrà comprendere, oltre alla progettazione, la fornitura e posa di percorsi tattili, mappe tattili, supporti a leggio; attrezzature ludiche; - pavimentazione antitrauma; recinzione perimetrale dell'area giochi con funzione di linea guida naturale percepibile dai non vedenti; recinzione e messa in sicurezza durante i lavori.......

tratto da" La repubblica"
L'area gioco sarà accessibile a tutti. Ai piccoli non vedenti che troveranno un percorso tattile per condurli all'interno. A chi si muove su una carrozzina e potrà contare su una rampa d'ingresso.




Scivoli e altalene saranno doppi, per consentire ad accompagnatori, amichetti o fratellini di giocare insieme ai bimbi con disabilità nel modo più naturale possibile, su giochi tradizionali o innovativi con pannelli sensoriali tattili e sonori. Saranno giochi senza barriere e senza pericoli. È questo il cuore del progetto di solidarietà "Giochiamo tutti" proposto da Fish Onlus (Federazione italiana per il superamento dell'handicap rappresentata in Lombardia da Ledha) con l'obiettivo di realizzare al parco Formentano, in largo Marinai d'Italia, un'area giochi, anche per bambini con disabilità. L'Amministrazione ha accolto la proposta della Federazione e ha pubblicato oggi il bando con la manifestazione di interesse a realizzare l'area. Le buste con le proposte dovranno essere presentate entro il 5 settembre 2011 alle ore 15.30 all'Ufficio protocollo della Direzione centrale Arredo, Decoro urbano e Verde in piazza Duomo 21. Il valore minimo dell'opera (progettazione, opere di preparazione e realizzazione) è di 90mila euro che l'amministrazione intende coprire integralmente attraverso sponsorizzazioni. Per questo saranno ammesse al bando anche le proposte di sola sponsorizzazione finanziaria. "Questa amministrazione - spiega l'assessore alla Mobilità, Ambiente , arredo urbano e Verde , Pierfrancesco Maran - ha messo tra le sue priorità la tutela della disabilità e il sostegno a progetti che permettano a tutti di potersi muovere, accedere a servizi e vivere la città senza barriere. Il discorso vale anche per le aree gioco dei bambini dove, come al Parco Formentano, intendiamo favorire la realizzazione di uno spazio accessibile a tutti, con strutture nuove che consentano la socializzazione e il gioco libero tra piccoli anche con disabilità". "Il progetto - afferma l'assessore alle Politiche sociali, Pierfrancesco Majorino - si inserisce nelle linee guida della Giunta comunale che, su proposta dell'assessorato alle Politiche sociali, ha approvato la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. Il bando vuole quindi essere un primo passo concreto per dimostrare la sensibilità e l'attenzione che il Comune dedica e dedicherà non solo agli adulti ma anche ai bambini con disabilità ". "È un primo importante passo nella direzione giusta - commenta Franco Bomprezzi, consulente per le politiche della disabilità del Comune di Milano - Si comincia dal gioco dei bambini, tutti i bambini, nessuno escluso, per realizzare una città capace di pensare alla disabilità come a una delle possibili condizioni di vita. I bambini con disabilità vogliono poter giocare come gli altri, insieme agli altri. L'obiettivo è che in futuro, nel rinnovare le strutture di gioco nei parchi urbani e nelle scuole, si tenga sempre conto di questa esigenza, facendolo diventare un requisito normale per tutti". Caratteristiche dell'area gioco. L'area gioco da realizzare dovrà avere i seguenti requisiti:essere accessibile tramite rampa e scala con apposito modulo di trasferimento; avere una doppia pista di scivolamento affiancate per permettere la socializzazione o l'accompagnamento; avere un'area di arrampicata in rete con diversi livelli di difficoltà, una zona gioco statico tramite pannelli sensoriali sempre accessibili, un gioco in movimento (tipo altalena a doppia seduta) e una struttura gioco che fornisca stimoli sensoriali e di manipolazione con pannelli sonori e tattili. La realizzazione dovrà comprendere, oltre alla progettazione, la fornitura e posa di percorsi tattili, mappe tattili, supporti a leggio; attrezzature ludiche; - pavimentazione antitrauma; recinzione perimetrale dell'area giochi con funzione di linea guida naturale percepibile dai non vedenti; recinzione e messa in sicurezza durante i lavori. (Omnimilano.it)


Posta un commento