sabato 14 gennaio 2012

COMMENTO ALL'ARTICOLO scritto da Simone Fanti in Dibattiti, Pensieri e riflessioni | Permalink

Penso che sei una perbenista e anche di bassa lega.Probabilmente le domeniche le passi a messa e non conosci determinate problematiche inerenti ad un handicap.Purtroppo chi non è dentro a queste cose non le capisce e tu non fai eccezione.. Marc Antoine Diamanti


Bene
sei il primo che aderisce e spero anche che tu abbia letto il libro!!!
L'articolo che ho messo sul blog non e' mio ma di Simone Fanti e sono contenta che abbia risvegliato in te il desiderio di commentare.
Il libro e' comunque particolare non credi?
Certamente risveglia le coscienze dei lettori,non e' certo una lettura facile.
Spero che l'aver potuto gridare il dolore abbia portato una boccata d'ossigeno a questo padre .Ho anch'io un bimbo down,cieco e con esiti di infiammazione cerebrale.
Credo di comprendere i sentimenti di questo padre e nonostante abbia e vivo situazioni molto simili alla sua non mi sento di condividere quello che ha scritto.
Guarda che sono contenta che l'abbia fatto a volte e' bene gridare a tutti cosa significhi vivere queste quotidianita',certamente Moreno comprende e giustifica il padre ,sa di essere amato da lui ,speriamo che la lettura di questo libro risvegli nelle persone il desiderio di comprendere di piu' questa realta'.





Scrivi qui il resto dell'articolo


Posta un commento