venerdì 30 aprile 2010

I was writing with a help request.

ALL'INTERNO ANCHE LA TRADUZIONE IN ITALIANO
scritto da Francesco
Some background: In my family, my youngest brother Giovanni was born
with Down Syndrome 12 years ago, this for my family has definitely
been an event, which not without daily struggles has definitely
enriched everybody surrounding him, the group of people that was born
of families in the movement with kids with disabilities named "Friends
of Giovanni" is now a recognized branch of Famiglie per l'accoglienza.

My second to last brother Antonio, (we are 6 all together) was 12 at
the time Giovanni was born, and he is definitely the one who's life
has been affected the most. He started Juggling to entertain Giovanni,
he decided to Study "Techniques of Psychiatric Rehabilitation" and
created a class of Juggling Therapy for people with Psychiatric
Problems and so many other things.

Antonio's latest creation is a Short Movie that he created for an
Online Film Festival dedicated to the Topic of diversity. 10 movies
have been selected for the finals and he was selected as one of the 10
finalists.

Now the winner will be selected by online Votes that will come in before May 15.

The title of the movie is: THE MAN AND HIS DOUBLE 2.0

Unfortunately in order to vote, registration is required, but should
only take a couple of minutes.

Here is the link to the online film festival:
http://www.mindthedifference.com/mtd/index.php/mind-the-difference-eng?lang=en

In case you just want to watch the movie, you can view that at:
http://www.youtube.com/watch?v=e8iWxQNj8vc&feature=related

It is not an immediate movie, but definitely profoundly captures the
experience that my brother had living with people affected by
different disorders.

And here is a Description of why this festival was put together:
Originally designed to provide a window on the reality of the lives
and the interactions with the local communities of those who suffer
from mental health issues following the closure of the asylums in
Italy, the objective of “Fuori Dove (Out there, where)?” is to give
value to the experiences of “fragile” people, creating shared moments
in public places of particular symbolic value, capable of combining
culture and solidarity, targeting operators in the field, relatives,
volunteers, workers and residents in the city.
After the first event (2008) was developed to mark thirty years since
the introduction of the Basaglia law (law 180) and the second event
(2009) was dedicated to more innovative projects focusing on the
social inclusion of people with mental health issues, for 2010 our
idea is to dedicate the initiative to the issues of rehabilitation and
solidarity that hinge on creativity and the ability to understand the
value of the differences of those who are effected by mental health
problems: we talk about the multiple realities, that, through various
means of expression (with particular reference to video, art and
music), have given life to often surprising initiatives of strong
artistic and social merit.
“Out there, where?” is intended to be the common thread between a
series of initiatives aimed at transforming public areas of particular
symbolic value (squares, streets, universities etc) into places of
awareness and confrontation between people involved with mental health
issues and the inhabitants of Milan, from the observation point of
“Fuori Dove?”, conceived as a window on the reality of the lives and
the interactions with the local communities for those who suffer from
mental illness following the closure of the asylums in Italy.

Ho Preparato il messaggio in inglese e in italiano che puo' essere
usato per incitare la gente a votare Antonio (Mio Fratello) e il suo
film.

Potete usarlo per mandarlo a chi volete c'e' sia in inglese che in italiano.

_______________________

La richiesta sarebbe di mandare in giro questo
messaggio alle persone che conoscete.

Un po' di Background: Nella mia famiglia l'ultimo fratello, Giovanni,
e' nato con la Sindrome di Down 12 anni fa. Questo per la mia famiglia
e' stato chiaramente un evento che, non senza le difficolta'
giornaliere ha chiaramente arricchito tutti noi e tanti di chi ci e'
stato vicino. Come saprete, il gruppo di un po' di gente del movimento
che ha figli disabili o annessi e connessi, chiamato "Amici di
Giovanni" (visto che e' nato da una lettera scrittami da mia mamma
mentre io ero a vienna in occasione della nascita di giovanni che
venne pubblicata su Tracce") e' adesso parte integrante delle Famiglie
per l'accoglienza.

Il mio penultimo fratello, Antonio, (siamo 6) aveva 12 anni quando e'
nato Giovanni. La vita di Antonio e' quella che sicuramente e' stata
piu' influenzata sotto tutti i punti di vista dalla nascita di
Giovanni. Ha cominciato a fare il Giocoliere per intrattenere
Giovanni, ha deciso di studiare Tecniche della riabilitazione
Psichiatrica, ha creato un gruppo di Juggling Terapia con un po dei
suoi pazienti che e' andato molto bene e l'anno prossimo insegnera' in
un Master a gente che vuole usare la Juggling Terapia con i pazienti e
tante altre cose ...

L'ultima creazione di Antonio e' un Corto (film) che ha creato per un
concorso online dedicato alla diversita'. 10 films sono stati
selezionati per le finali e il suo film e' stato selezionato.

Adesso il Vincitore sara' selezionatoda voti Online che pervengono
prima del 15 Maggio.

Il titolo del film e': THE MAN AND HIS DOUBLE 2.0

Sfortunatamente per votare bisogna registrarsi al sito, ma ci si mette
un paio di minuti.

Il Link al Film Festival Online e':
http://www.mindthedifference.com/

Se volete solo vedere il film senza registrarvi:
http://www.youtube.com/watch?v=e8iWxQNj8vc&feature=related

Il film non e' com messaggio immediato, ma cattura con grande
profondita' l'esperienza che mio fratello ha fatto con queste persone.

Qui e' la descrizionde del perche' di questo concorso:

Concepito come una finestra aperta sulle realtà di vita e il rapporto
con il territorio di chi soffre di disagio psichico dopo la chiusura
dei manicomi in Italia, l’obbiettivo di “Fuori Dove?” è quello di
valorizzare l’esperienza delle persone ‘fragili’, creando momenti
partecipati in spazi pubblici dal particolare valore simbolico, capaci
di coniugare cultura e solidarietà, rivolti a utenti, familiari,
volontari, operatori e agli abitanti della città.
Dopo la prima edizione (2008) nata in occasione dei trent’anni dalla
legge Basaglia (legge 180), e la seconda (2009) dedicata ai progetti
più innovativi centrati sul protagonismo degli utenti psichiatrici
nell’inclusione sociale, per il 2010 la nostra idea è di dedicare
l’iniziativa alle realtà di riabilitazione e di solidarietà che fanno
perno sulla creatività e la valorizzazione della differenza di chi è
affetto da disagio: si tratta delle molteplici realtà, che, attraverso
diversi mezzi di espressione (con particolare riferimento alla video
arte e alla musica), hanno dato vita a spesso sorprendenti iniziative
dal forte merito artistico e sociale.
“Fuori dove?” vuole porsi come filo conduttore di una serie di
iniziative in grado di trasformare spazi pubblici di particolare
valore simbolico (Piazze, Strade, Università, ecc..) in luoghi di
conoscenza e di confronto tra i protagonisti della salute mentale e
gli abitanti di Milano a partire dall’angolo di osservazione proprio
di “Fuori Dove?”, concepito come una finestra aperta sulla realtà di
vita e il rapporto con il territorio di chi soffre di disagio psichico
dopo la chiusura dell’istituzione manicomiale in Italia.

Artisti coinvolti: Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Orchestra di
P.zza Vittorio, Orchestra Esagramma, Gianni Berengo Gardin, …, …

Posta un commento