mercoledì 22 luglio 2009

CESANA:HO I TITOLI PER QUELL'INCARICO

Il prof amico di don Giussani

MILANO - Ciellino di ferro, certo. Ma anche cattedratico di Igiene generale ed applicata all' Università Bicocca di Milano. E con una carriera accademica iniziata oltre trent' anni fa, tiene a sottolineare Giancarlo Cesana. La sottolineatura, naturalmente, è più che mai sentita in queste ore, in cui un profilo di «appartenenza» non mimetizzabile, anzi sempre rivendicato con orgoglio, rischia di buttare altra benzina sul fuoco di tensioni, tutte interne alla coalizione di centrodestra che governa nella sua Lombardia con Formigoni, figlio di Comunione e Liberazione che da presidente l' ha nominato a presidente della Fondazione Policlinico. «Ho tutti i titoli per ricoprire l' incarico - dice - e sarò valutato per i risultati che ottengo».

Brianzolo di Carate, classe 1948, il «doppio profilo» di Cesana ne accompagna l' immagine pubblica: è uno dei «leader laici del movimento di Comunione e Liberazione», riportano fonti ufficiali del movimento, ed è stato per decenni amico personale del fondatore don Luigi Giussani. Gli stessi decenni in cui si affacciava alla carriera accademica, coronata con la nomina a professore associato dal 1986, e poi compiuto con quella di professore ordinario, nel 2000. Il curriculum riporta decine di pubblicazioni scientifiche e di incarichi accademici ed extra-accademici. Insomma, un dettaglio professionale articolato. Ma è difficile credere che, in una Regione in cui tutti pensano già al 2010, all' eventuale quarto mandato di Formigoni, e ai mal di pancia dell' alleato leghista, qualcuno possa dimenticare che Giancarlo Cesana è (anche) uno dei «leader laici» di Comunione e Liberazione. J. T.

Posta un commento