sabato 5 maggio 2007

FESTIVAL DELLE ABILITA' DIFFERENTI


Per conoscere il programma questo sopra e' l'indirizzo.
Partecipa anche don Pino
e il cantautore Angelo branduardi

“Almeno un Tu nell’Universo”
“La vita dell’uomo consiste nell’affetto che principalmente lo sostiene, nel quale trova la sua più grande soddisfazione”
(San Tommaso d’Aquino)
Abbiamo la necessità del rapporto con un Altro - un Tu - affinché la vita si svolga, pur dentro la condizione della fatica di ogni giorno, con senso e con letizia.
Questo “Tu umano”, incontrabile nell’universo dei propri rapporti, diventa il punto da cui scaturisce una pienezza di vita che può sostenere, qualsiasi uomo, nell’itinerario verso la realizzazione di sé.




Angelo Branduardi

“Incontro tra musica, immagini e parola”

Accompagnamento musicale:

Orchestra “Accademia delle Opere”

Direzione artistica:

Pier Paolo Bellini

Regia: Franco Palmieri

Scenografie:

Cesare Paltrinieri e Andrea Carminati



Un felice imprevisto ha permesso l’incontro con Angelo Branduardi.

Lo straordinario musicista si è coinvolto nella nostra realtà educativa e riabilitativa con stupefacente disponibilità, ha incontrato e conosciuto gli ospiti, ne ha apprezzato le produzioni artistiche ed artigianali, immedesimandosi nel significato del lavoro quotidiano con grande semplicità.

Così, inaspettatamente, Cesare Paltrinieri e Andrea Carminati che operano nell’Atelier di pittura della Cooperativa Sociale Nazareno, hanno iniziato a collaborare alla realizzazione dello spettacolo Pierino e il Lupo, lavorando alle scenografie.

La rappresentazione di Pierino e il lupo ha concluso un percorso sperimentale, un laboratorio e un concorso nazionale all’interno del vasto progetto Performing Arts, finanziato e promosso dalla Regione Lombardia-Direzione Generale Istruzione Formazione e Lavoro.

Performing Arts ha indagato i rapporti tra musica, poesia ed arti visive, evidenziando il valore aggiunto che l’interdisciplinarietà assume nel mondo dell’arte.

L’opera Pierino e il Lupo di Sergej Prokof’ev è interpretata dall’orchestra Accademia delle Opere diretta dal Maestro Diego Montone, nella parte di voce recitante lo straordinario cantautore Angelo Branduardi, la regia è di Franco Palmieri e la direzione artistica di Pier Paolo Bellini.

Quella di Pierino e il lupo è una storia semplice, immediata e vivace. Una storia ricca di freschezza e di delicatezza che utilizza “parole” verbali e musicali nate dalla genialità dell’autore, capace di parlare ai piccoli e di commuovere i grandi.

Il fascino della composizione di Prokof’ev sta nella felice intuizione di far raccontare la storia alla musica e di fare vivere ogni strumento dell’orchestra, con ogni suo timbro, come un personaggio.

La voce recitante di Angelo Branduardi presenta una lettura simile a quella degli antichi cantastorie della nostra tradizione orale. I personaggi della favola, insieme a Pierino, l’oca, il gatto, il nonno, l’uccellino e i cacciatori, sono presenti in scena e davanti agli occhi degli spettatori attraverso l’interpretazione figurativa degli artisti contemporanei, produttori dell’Atelier della Cooperativa Sociale Nazareno che, con assoluta libertà di interpretazione, propongono un linguaggio delle forme intensamente comunicativo.

È un’opera in cui il “racconto” diventa il codice primario e universale: parola e musica si incontrano dando vita ad una collaborazione di espressioni artistiche eterogenee, perfettamente equilibrata.

Parole, musica ed immagine divengono un’unica cosa.

È un’opera che sottolinea il rischio dell’intelligenza e delle potenzialità creative di fronte alle minacce della realtà: l’ingenuità positiva e audace di Pierino sono la chiave di affronto di tutte le problematiche che la vita propone.




Posta un commento